Cosa vogliamo fare

  • Supportare le istituzioni nell’identificare come ridurre gli sprechi e i costi della salute (efficacia ed efficienza di sistema)
  • Supportare le istituzioni con informazioni utili a prendere decisioni.
  • Aiutare le istituzioni a migliorare la qualità della salute.
  • Contribuire alla trasformazione della macchina economica, sanitaria e sociale per mantenere e rendere sempre più universale l’accesso alla salute e alle cure, attraverso la condivisione delle informazioni (open access).

Come lo vogliamo fare

  • Attuando fasi continue di analisi, comprensione ed elaborazione del funzionamento del Sistema Salute secondo criteri di sostenibilità globale (sistema circolare e adattivo).
  • Focalizzando i target di riferimento dei servizi erogati, per massimizzare la loro appropriatezza.
  • Perseguendo costantemente l’innovazione globale in tutte le sue componenti.
  • Orientando la nostra azione verso un sviluppo continuo della produzione di salute per mezzo della generazione, della moltiplicazione di conoscenza e della connessione ad essa.

L’Orizzonte

Arrivare ad un economia dell’immaginazione per creare un futuro del  tutto nuovo e migliore per le generazioni che si susseguiranno.

La funzione storicamente fondamentale, che oggi compete al mondo “No Profit”, non è quella di “tappare i buchi” e colmare le lacune dei sistemi istituzionali ma quella di trasformare in risorse ad alto potenziale quelle aree di esclusione sociale (surplus people) più o meno vaste e generate a ciclo continuo dalla macchina socio-economica.  In sintesi il compito primario del no-profit è contribuire in maniera significativa ad invertire quale tendenza, in modo che queste persone siano pienamente integrate nella comunità e inserite tra coloro a cui è data la possibilità di realizzare compiutamente e liberamente se stesse, adoperandosi per il miglioramento dell’intera società civile. «Zamagni 2015».

Progetti